Il Block Haus decisivo al Giro del Centenario

E-mail Stampa PDF

Armstrong sarà uno dei protagonistiNon capitava dal 1968 che le montagne abruzzesi decidessero il Giro d’Italia. Vincenzo Torriani, mitico organizzatore della corsa rosa, forse in ossequio ai tempi (la fantasia al potere) programmò come penultima tappa l’ascesa al Block Haus. Il Giro del Centenario torna a voltare le spalle alle Alpi e a chiudere la corsa nel centro Italia. Una crono a Roma suggellerà la cavalcata rosa.  Il Giro di Armstrong, il Giro della lotta al cancro e del ritorno di Ivan Basso passerà per l’Abruzzo.

Block Haus stavolta, molto più in alto di Passolanciano come tre anni fa, quando Basso ha seminato i big sulla strada che sale da Lettomanoppello e ha posto il primo mattone per la vittoria finale.  Nel 2009 sarà tutta un’altra storia, non solo per la presenza del texano sette volte di fila primo al Tour de France.  Il Giro 2009 prenderà le mosse il 9 maggio da Venezia. Il 29 novembre, proprio al Lido si snoderà il film della edizione del Centenario. Molto si sa già di questa edizioen molto particolare che Angelo Zomegnan sta mettendo in cantiere.  Dovrebbe toccare Trieste, il Tirolo, l’Alpe di Siusi, Madonna di Campiglio e quindi toccare il Piemonte per ripercorrere la Cuneo-Pinerolo, mitica frazione che ha sugellato lo strapotere di Fausto Coppi 60 anni fa, nel Giro del 1949. Il Campionissimo dette quasi 12 minuti di distacco a Gino Bartali e andò a vincere la corsa rosa che si concludeva due tappe dopo. Poi la Liguria con una crono a Lerici, quindi l’Abruzzo. La prima frazione partirà da Chieti , transiterà per Roccamorice e si concluderà sul Block Haus , per il versante più duro della Maielletta. L’arrivo presumibilmente sarà collocato a Massa Rosa. Il coinvolgimento di Chieti è d’obbligo perché ospitò nel primo Giro l’arrivo della terza tappa che aveva preso le mosse da Bologna. E poi, fu un ex presidente della Provincia, l’avvocato Carlo Travaglini a convincere Torriani a portare la corsa rosa sul Block Haus.  L’altra tappa abruzzese prenderà il via a L’Aquila e si concluderebbe sul Terminillo, quindi discesa verso Napoli e ascesa del Vesuvio nell’penultima tappa. Gran finale per le vie di Roma con una cronometro individuale.  Negli anni Ottanta molte volte il Giro ha rinunciato all’epilogo a Milano, ma già alla terza edizione, nel 1911, si scelse Roma come ultimo arrivo di tappa.(Il Centro)

IL GIRO, DA VENEZIA A ROMA. Il Giro dovrebbe partire in pompa magna da Venezia (la presentazione al Lido ai primi di dicembre), arrivare a Roma toccando tutte le città più importanti della penisola con qualche invenzione inedita, come l' arrivo in salita al Vesuvio il quartultimo giorno, il ritorno del durissimo Bolck Haus, sugli Appennini, la breve crono finale a Roma. Dunque, essere già spettacolare di suo. Ma il Giro sarebbe arricchito anche da tutta una serie di iniziative collaterali, diventando uno degli avvenimenti culturali italiani più importanti. Cosa che interessa Armstrong e il suo progetto per finanziare la lotta al cancro. La presenza del "cow boy" di Dallas, che risolverebbe così anche i problemi di convivenza con il compagno di squadra, lo spagnolo Contador, vincitore dell' ultimo Giro e pretendente del prossimo Tour, sarebbe la classica ciliegina sulla torta mediatica. Anche se negli ultimi tempi la sua immagine non è più quella diafana e limpida dell' intemerato che ha sconfitto il male del secolo. Specie dopo che il quotidiano francese L' Equipe, a ruota del suo ritiro nel 2005, rivelò come ben sei provette positive all' epo nel Tour 1999 fossero da attribuire al texano. Armstrong si è ben guardato dal raccogliere il recente invito dell' agenzia antidoping francese di rivisitare quei test per togliere ogni dubbio. «Non sono stati ben conservati, non avrebbero alcun valore», si è limitato a precisare. Per certo si sa che il direttore del Giro Zomegnan si è recato negli Usa per contattarlo e che lui avrebbe chiesto garanzie non solo dal punto di vista sportivo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 16 Ottobre 2008 13:55 )  
Sei qui:

Pubblicità

Miton


Fasport

Spot

Sample image
Riab
Tv 6